sabato 30 novembre 2013

All'ultimo momento...


Giusto per avvertirvi che stasera sarò al ca' de mandorli(via indice 23, Bologna) ore 21, con cristiano brignola per presentare vedic riot. Chiunque sia nei paraggi e' pregato di venire! Altrimenti vengo a prendervi direttamente a casa.

martedì 12 novembre 2013

lucca 2013 (ovvero, come spendere un frazzo di euro in fumetti e vivere sereni)

come sempre Lucca, per quelli che si nutrono di fumetto, è un evento paragonabile al Vietnam. ti senti come un reduce che stenta a tornare alla vita reale. comunque, per la vostra gioia, vedic riot 2 è uscito ufficialmente e ha fatto bella mostra di se allo stand della absoluteblack. ecco la diapositiva:
se non siete passati a prenderlo, (vergogna su di voi) siete sempre in tempo a recuperarlo, siamo buoni e vi perdoniamo. siamo incredibilmente buoni e potrebbe pure scapparci un disegno omaggio. contattateci. ora.





questa lucca non sarebbe stata così spettacolare senza i compagni di viaggio:
luca(l'absolute capo), cristiano, federico, lorenzo, samanta 2.0 & gabriele. eccoci in tutto la nostra beltà:

(non fate caso al fatto che stia mangiando. disegnare fa venire fame!)

senza dimenticare: tutta la gente che è passata a salutare(uno su tutti, walter piva alias wolverine),
(tutta la gente che non è passata allo stand invece non verrà ricordata), tutta la gente che a cui ho rotto le scatole(un grazie particolare anche a diego cajelli per la post fazione su vedic), le persone che dopo aver letto il primo numero sono tornate per cercare il secondo, i compagni di stand (i grandissimi ragazzi della faq tales), è stato breve ma intenso. impossibile non citare don alemanno e la sua truppa di jenus, di una gentilezza infinita. ultimo ma non per importanza, ho potuto finalmente conoscere di persona la ciurma di verticalismi(zio-p, francesco, paul, gaspare, mirko e Giuseppe) con la quale ho collaborato a violent hill. come direbbe qualcuno, "genuino momento emozione":
ok... chiudiamo qui prima di diventare troppo sentimentali... perchè alla fine, in mezzo a quella bolgia di cosplayer e visitatori, c'è anche qualcuno a cui non frega una mazza e si fa tranquillo i cazzi suoi...